Ringraziamenti

Ed anche questa edizione è andata.

Si ma come è andata? Indubbiamente ALLA GRANDE!

A dispetto di un anno orribile (emergenza covid con annessi e connessi) ieri in Albosaggia abbiamo assistito ad un Valtellina Orobie ha regalato a tutti un’immagine indimenticabile: il Meriggio vestito a festa come non mai, stagliato sul cielo più limpido di questo inverno, rende onore ad un podio su cui svetta l’intero paese rappresentato dai suoi atleti.

La partecipazione straordinaria, decisamente oltre ogni aspettativa – sia nel livello agonistico che nei numeri, con oltre 200 concorrenti al via – l’innevamento eccezionale, le prime assolute nel tracciato e l’impeccabile lavoro della macchina organizzativa, hanno regalato a tutti un evento impeccabile a dispetto delle fatiche e dei sacrifici imposti dall’emergenza sanitaria.

Una chicca in un calendario non facile, nel quale oggi si è di fatto disputata la prima competizione della stagione in ambiente alpino completamente fuoripista.

Ed ora i ringraziamenti: il primo indubbiamente va a Massimo Murada che coadiuvato da Graziano Boscacci, Luca Melè e Maurizio Folini ha guidato uno staff di volontari unico per competenza e professionalità: ha predisposto un percorso capace di coniugare al meglio tradizione a novità tra boschi, creste, canalini e discese più impegnative delle dure salite.

Purtroppo le normative anti COVID, che hanno impedito l’accesso del pubblico, sono state in parte “mitigate” dalle dirette sulla pagina Facebook della gara: i nostri commentatori si sono dislocati nei punti più spettacolari per permettere a coloro che non sono potuti venire sulle nostre nevi, di cogliere la potenza di questo sport pronto per i lustri olimpici. In migliaia ci hanno seguito a metà della prima salita, al cambio della Piada, al primo ed al secondo passaggio al Meriggio, nel cuore della discesa della Pioda ed al traguardo.

Un ringraziamento ai tanti che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione: gli Enti Pubblici e le Amministrazioni che hanno patrocinato e supportato: il Comune di Albosaggia, il B.I.M., il Parco delle Orobie Valtellinesi, la Regione Lombardia, la Comunità Montana Valtellina di Sondrio e la Provincia di Sondrio.

Un grazie al Soccorso Alpino di Valtellina e Valchiavenna, al SAGF, alla CRI di Sondrio, agli Alpini ed alla Protezione Civile di Albosaggia ed ai cronometristi.

Un sentito ringraziamento alle tante aziende, grandi e piccole che con il loro contributo hanno permesso di donare agli atleti un ricco pacco gara di prodotti gastronomici valtellinesi e che hanno permesso alla Polisportiva Albosaggia di offrire un ristoro per gli atleti giunti al traguardo pienamente rispondente alle normative covid.

In particolare a Creval – che da sempre crede nello sport – a Valle Spluga, a Paganoni Bresaola, Levissima, Galbusera, Autovittani, Latteria Sociale Valtellina di Delebio e Vis ed ai tanti che hanno voluto unire il loro marchio all’evento.

Un grazie alle TV, ai fotografi che erano sul percorso per cogliere lo sforzo degli atleti; a chi ci ha fornito le proprie baita al Campei come punto d’appoggio tecnico.

Ringraziamo infine i tanti volontari della Polisportiva Albosaggia che hanno supportato l’intera organizzazione per la preparazione del tracciato del parterre e per i controlli lungo il percorso.

Qui il comunicato stampa finaleQueste le classifiche ufficialiQuiQui – Qui  – Qui  e Qui tante foto e video