Valtellina Orobie

Lo sci è probabilmente il più antico mezzo di locomozione inventato dall’uomo, prima ancora della ruota. Alcuni ritrovamenti fossili in Siberia e Lapponia datano i primi strumenti di questo tipo al 2500 ac. La necessità  per questi popoli di spostarsi in modo rapido e sicuro sulla neve, porta l’intuito umano a sviluppare questo attrezzo, portandolo sino all’evoluzione dei giorni nostri.

Il Valtellina Orobie incamera perfettamente lo spirito avventuriero dei nostri antenati, con una forte componente moderna chiamata agonismo.

Il grande merito della Polisportiva Albosaggia che nel lontano 1984 lancia l’allora Rally del Meriggio, è di stare al passo con i tempi, sia a livello di atleti che organizzativo di manifestazioni di alto livello agonistico.

Ricordiamo che i primi campioni del mondo della specialità sono stati i nostri Graziano Boscacci ed Ivan Murada che nel 2002 a Serre Chevalier hanno conquistato lo scettro mondiale proprio vestendo i colori della Polisportiva Albosaggia.

La Valtellina è terra di scialpinisti, ma i campioni nascono dove il terreno è fertile ed ad Albosaggia vi è uno dei migliori vivai a livello nazionale che ha plasmato e lanciato il talentuoso Michele Boscacci.

La cultura e la passione verso tale impegnativa disciplina trova qui una delle massime espressioni a livello mondiale; la Polisportiva Albosaggia ne è l’instancabile motore, mente il Meriggio è il teatro dove tale passione nasce, si sviluppa e si tramanda dai campioni del passato e del presente a quelli del futuro.

Dopo svariate prove di Coppa Italia, campionati italiani, una prova di coppa Europa (2006), di coppa del mondo a squadre (2007), di coppa del mondo individuale (2009) e le 2 gare del 2016 (individuale e sprint) di coppa del mondo, il 19 febbraio 2017 sul Meriggio si disputerà una prova di Coppa Italia.